OTIA A SORIANO

Attraverso questo progetto intendiamo reinterpretare in chiave poetica e artistica la storia del complesso della Villa Papacqua a Soriano nel Cimino (Vt), trasformandola in un’esperienza performativa collettiva più adatta a raccontare in un linguaggio contemporaneo il mito della villa. 

L’obiettivo principale del progetto è quello di raccontare il processo di riqualificazione. Attraverso la digitalizzazione dei contenuti e la divulgazione tramite web, stampa, concorsi artistici e mostre d’arte intendiamo condividere l’esperienza locale con un più ampio pubblico possibile con l’obiettivo di guadagnare trasversalmente nuovi fruitori e rilanciare l’immagine di Soriano a livello nazionale/internazionale attirando l’attenzione di finanziatori pubblici e/o privati per il completamento delle opere di restauro necessarie, la musicalizzazione e la valorizzazione delle opere esistenti. Obiettivo collaterale dell’iniziativa sarà quello di produrre una serie di opere di documentazione fotografica e un’istallazione audio-visive che verranno acquisite gratuitamente dall’Amministrazione per essere musicalizzate e otterranno così costruire il contenuto della permanente all’interno delle aree della Villa che verranno riaperte al pubblico. 

 

Il progetto proposto si innesta al termine dell’iniziatica denominata “SPLASH”, una collettiva d’arte organizzata dall’A.C. Premio Centro a cura di Giorgio Di Genova e diretta da Paolo Berti, che allestirà le sale della Villa Papacqua con una mostra d’arte contemporanea al termine della quale prenderà vita il progetto “Otia a Soriano”. I due progetti hanno una loro continuità e sono pensati per coinvolgere trasversalmente due pubblici diversi. 

Le riprese sono state svolte all’interno della Villa anche in quei locali non ancora aperti al pubblico per problemi d’agibilità. Saranno le riprese a documentare il potenziale storico- architettonico della Villa per sensibilizzare il pubblico a questo edificio storico. Durante le riprese presenzieranno diversi artisti e performer anche di caratura internazionale, i quali, con la loro presenza e la loro prestazione coordinata dalla regia di Giò Montez, daranno corpo all’immaginario del Cardina Marruzzo ed i suoi successori. 

Da questo Happening “In presa diretta” abbiamo ricavato un’opera audiovisiva presentata come cortometraggio durante il Performance Festival “Pietralarte 2019” alla presenza del pubblico, del sindaco di Soriano nel Cimino Fabio Menicacci e di altri ospiti d’eccellenza, 

 

 

Finanzia questo progetto 100%