PIETRALARTE 2017

 

Per-corsi d’arte nel Distretto Culturale Valle dell’Aniene

 

Roma, 1. Luglio 2017, via di Pietralata diventa “PIETRALARTE”. Atelier Montez partecipa con la sua iniziativa al programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita Culturale e realizzata in collaborazione con SIAE, trasformando la strada in un’opera d’arte; 
La proposta dei per-corsi d’arte che si diramano nei dintorni dell’Atelier Montez ha avuto origine da una chiacchierata con l’amico e artista Marco Fioramanti in merito alle lenti rotte dei suoi occhiali; l’immagine a cui mi riferisco è anche pubblicata sulla copertina di una recente edizione di “Night Italia”. In quel periodo mi ero appena comprato un bel paio di occhiali con le lenti blu e una montatura leggerissima, che quasi non ci si accorge di averli sul naso, che mi facevano vedere il mondo come fosse un quadro di Ives Klein. Ecco, col vento in poppa e l’Estate Romana alle porte, mi sentivo così: Leggero.

Come d’altronde suggerisce il nostro benemerito Italo Calvino, è possibile sfuggire a “la pesantezza, l’opacità e l’inerzia del mondo moderno” con leggerezza; è così che abbiamo voluto ideare un progetto compatibile con un territorio a carattere misto estremamente complesso, parzialmente protetto dal vincolo paesaggistico per la riserva naturale alla quale però è interdetto l’accesso; un quartiere in cui l’assenza di infrastrutture come marciapiedi e aree verdi attrezzate e la consueta desolazione diurna della periferia romana, unita al sovradimensionato afflusso di persone per la movida notturna, rendono molto difficile organizzare delle manifestazioni culturali senza causare problemi di ordine pubblico. Quando infatti l’Amministrazione Capitolina ci ha chiamati per comunicarci la lieta notizia, che PIETRALARTE era piaciuto e sarebbe rientrato nei progetti da finanziare, aggiunsero che avevano qualche perplessità sulle modalità di svolgimento della iniziativa. Non era chiaro come una manifestazione che interessi un intero quartiere durante tutto il periodo estivo non avesse bisogno di concessioni per l’occupazione di suolo pubblico. Una cosa così non si era ancora mai sentita. Abbiamo spiegato che non saranno istallate strutture o impianti audio all’esterno dell’Atelier Montez e non verranno costruiti sbarramenti, recinzioni o deviazioni di nessun genere. Non sono previsti gabinetti chimici, venditori di salsicce ambulanti ne tumuli di rifiuti. Pietralata rimane Pietralata, sempre uguale a se stessa, come rifletteva quasi cinquant’anni fa il nostro Pier Paolo Pasolini.

 

“Pietralarte [invece] è una cosa mentale”, direbbe ancora oggi Leonardo Da Vinci, un completamento intelligente della limitata realtà fenomenica.

A cambiare sarà più che altro la modalità di fruizione del “solito tragitto”; l’esperienza vissuta come un gioco, una “caccia al tesoro nascosto” che avrà la finalità di educare il cittadino alla visione e alla contemplazione del bello nelle cose di tutti i giorni, nelle cose che appartengono alla sua dimensione di vita quotidiana.

“Non portiamo l’arte in strada ma trasformiamo la strada in un’opera d’arte” è proprio il motto con cui invitiamo gli artisti a realizzare gli interventi.

L’iniziativa è rivolta prevalentemente ad un pubblico locale, che queste strade le percorre ogni giorno, per andare a lavoro o per portare i figli a scuola e in piscina. Sarà possibile sperimentare un punto di vista originale sulle cose di tutti i giorni, vivendo una esperienza diversa delle circostanze attraverso appositi dispositivi di visione, per-corsi guidati e istallazioni temporanee “fantasma”, ovvero a bassissimo impatto ambientale e composte esclusivamente di materiali biodegradabili che scompariranno progressivamente dalla circolazione nel corso di questa estate.

Metteremo a disposizione una MAP(Magazine), che non sarà il magnifico Museo d’Arte contemporanea Pietralata sognato da Turi Sottile; dovremo accontentarci di lavorare con un poco di fantasia, come facevano i nostri avi in un mondo ancora ignoto, da esplorare con l’ausilio di qualche informazione e una mappa; e non abbiate timore di perdere la retta via quando vi ritroverete incantati a meravigliarvi di codesto gran bel niente!  Tutte le strade infine conducono a Roma, così come tutti i per-corsi confluiranno in PIETRALARTE – il Festival nei quattro giorni conclusivi della manifestazione, durante i quali si esporranno i tesori cacciati e si esibiranno tutti gli artisti ed i musicisti che aderiscono alla manifestazione.
Vi invitiamo dunque a visitare la factory Atelier Montez e a partecipare al processo di gentrificazione in fieri nel quartiere Pietralata. Prendete subito una MAP (o scaricala dal sito www.montez.it) che vi guiderà a qualsiasi ora del giorno e della notte attraverso i per-corsi d’arte creati appositamente per Voi. Contemplate il territorio con l’occhiale dell’artista, fate esperienze nuove e lasciatevi coinvolgere in questo film en plain air dal titolo “PIETRALARTE”.

 

(Gio Montez)

 
Finanzia questo progetto 100%